Le informazioni ricavabili dalla descrizione di un diffusore WTE

Già nella descrizione di un diffusore è possibile avere una serie di utili informazioni.
Prendiamo ad esempio il “Diff. a disco 9″ Airtech PPV (2-2,5) Ø270 EPDM+PTFE ¾” M NPT e vediamo cosa viene indicato nella sua descrizione.
Diff. a disco: uno dei sistemi di catalogazione dei diffusori si riferisce alla loro forma. Sul mercato sono disponibili oltre ai diffusori a disco, anche i “diffusori tubolari” “a pannello” o “a piastra”. Un’altra distinzione può essere fatta a seconda delle dimensioni della bolla generata. Avremo quindi diffusori a bolle “fini”, “medie” o “grosse”.
9″ è il diametro nominale della membrana del diffusore, misurato considerando la sola parte a contatto con il liquido. Nel caso del diffusore in questione il diametro della membrana è di 224 mm o 8,8″. Allo stesso modo un diffusore da 12″, avrà un diametro di circa 299 mm ovvero 11,8″.
Airtech è il marchio dei prodotti WTE per l’aerazione.
Ø270: è il diametro del diffusore “tutto fuori ” in mm (10,6″). Questo valore è utile per calcolare il passo minimo tra due diffusori, passo che potrà essere determinato sommando all’ingombro dei diffusori lo spazio necessario alle mani (circa 10 cm o 3,9″) per avvitare o svitare il diffusore.

PPV: è il materiale con cui viene realizzato il corpo diffusore. I materiali più comuni utilizzati sono il PVC (PolyVinyl Chloride), PP (Polipropilene), ABS (Acrilonitrile-Butadiene-Stirene) e PPV (Polipropilene caricato con fibra vetro). Ogni materiale andrà valutato tenendo presente che ha caratteristiche e proprietà meccaniche specifiche, così come diverse resistenze alla temperatura ed al mantenimento della forma in ambienti caldi.

EPDM+PTFE: la membrana dei diffusori di cui sopra è prodotta in EPDM (Ethylene-Propilene Diene Monomero) rivestita con PTFE(PolyTetraFluoroEthylene). Le membrane possono essere anche realizzate in EPDM, Silicone, NBR (Nitrile Butadiene Rubber), Uretano. La membrana ha un ruolo fondamentale nella durata dei diffusori. EPDM può essere tranquillamente utilizzato con la maggior parte delle acque reflue civili, ma con le acque reflue industriali, va considerata l’eventuale compatibilità chimica della membrana con il liquido da trattare.

(2-2.5): indica la lunghezza della perforazione, in questo caso 2 mm e lo spazio tra due perforazioni consecutive, nel nostro esempio 2,5 mm. Più lungo è il tratto perforato, maggiore sarà la dimensione della bolla generata a parità di flusso d’aria che attraversa la perforazione. Maggiore è lo spazio tra due perforazioni, maggiore sarà la resistenza meccanica della membrana, al prezzo però della riduzione dell’efficienza del diffusore, in quanto si avranno meno perforazione sulla superficie rispetto a una membrana con perforazioni a distanza minore.

Esempio di perforazione 1-1,5

¾” M NPT : indica la dimensione della connessione dei diffusori, lo standard della filettatura e la tipologia del connettore filettato (Maschio/Femmina).

Se avete bisogno di ulteriori informazioni sarà un piacere rispondere alle Vostre domande.